Fiaip - Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali

Faq regolamento di attuazione direttiva servizi

E' già entrato in vigore il decreto 26 ottobre 2011?

Il decreto di attuazione ex art. 80 D.lgs. n. 59/10 (Decreto 26 ottobre 2011), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 10 del 13 gennaio 2012 entrerà in vigore il 12 maggio 2012.

Nel periodo transitorio, ovvero sino al 12 maggio 2012, vengono mantenuti i soppressi ruoli al fine di mantenere aggiornata la banca dati dei nominativi che dovranno essere trasferiti al Registro imprese/REA.

+

Con l’entrata in vigore dell’art. 73 D.lgs.n. 59/10 (8 maggio 2010) e del Decreto di attuazione ex art. 80 D.lgs.n. 59/10 (12 maggio 2012) è intervenuta qualche modifica relativamente al percorso formativo da seguire  per diventare agente immobiliare?
E per quanto riguarda tutti gli altri requisiti previsti dalla Legge professionale n. 39/89 e successive modifiche (obbligo di copertura assicurativa ad  esempio)?

L’entrata in vigore dell’art. 73 D.lgs. n. 59/10 prima e del decreto di attuazione  26 ottobre 2011 poi, non ha apportato alcuna modifica in ordine ai requisiti formativi, professionali, morali, soggettivi previsti dalla L.n. 39/89 e successive modifiche.

Permane, dunque, l’obbligo di frequenza allo specifico corso di formazione e di  superamento dell’esame di idoneità, nonché quello di stipulare una polizza assicurativa a copertura dei rischi professionali.

La disciplina sostanziale che regola l’attività di agente immobiliare prevista dalla specifica legge professionale rimane, dunque, immutata sotto ogni profilo.

+

Se intendo aprire ora un'agenzia immobiliare cosa devo fare? Che regime si applica?

Nonostante la data di acquisizione di efficacia del decreto di attuazione sia il 12 maggio 2012, sulla base delle circolari emanate dal Ministero dello Sviluppo Economico, chi intende intraprendere, in qualità di titolare (nel caso di impresa individuale) od amministratore (nel caso di società) l’esercizio dell’attività di agente immobiliare deve comunque seguire sin da ora la procedura prevista dal Decreto di attuazione 26.10.11, ovvero presentare telematicamente il modello Mediatori - All. A - sezione SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) unitamente alla Comunicazione unica (che consente l’adempimento degli obblighi di legge relativi a Inps, Inail, Agenzia delle Entrate) corredata della autocertificazioni attestanti il possesso dei requisiti richiesti dalla L. n. 39/89 al Registro delle Imprese della  Camera di Commercio della Provincia in cui verrà svolta l’attività. (Viene, altresì trasmesso il modulo “Requisiti” per tutti coloro che svolgono l’attività per conto dell’impresa, ovvero che sono in possesso dei requisiti di cui alla L.n.39/89).

In ogni caso occorre consultare anche la Camera di Commercio di appartenenza in quanto, nel periodo transitorio,  è possibile riscontrare difformità applicative del decreto.

+

Dopo aver presentato la SCIA quando posso iniziare l'esercizio dell'attività?

La segnalazione certificata di inizio attività consente di iniziare l’attività contestualmente alla trasmissione dei moduli necessari all’avvio dell’attività in quanto i controlli relativi alla documentazione attestante il possesso dei requisiti previsti dalla legge viene effettuata dalla Camera di Commercio nei 60 giorni successivi al deposito della documentazione stessa.

La Camera di Commercio assegna immediatamente la qualifica di “intermediario” e rilascia il tesserino personale di riconoscimento.

+

Cosa deve fare un'impresa già iscritta a ruolo ed attiva?

I titolari (se impresa individuale) o gli amministratori (se società) devono compilare ed inoltrare telematicamente l’apposito modulo (Modello  Mediatori – All. A-  sezione “aggiornamento posizione RI/REA”)  entro il 12 maggio 2013 per ciascuna unità locale all’ufficio del registro delle imprese della Camera di Commercio nel cui circondario hanno stabilito la sede.

Il mancato invio del modulo indicato entro il termine sopra indicato comporta l’inibizione  dell’attività.

+

Cosa deve fare una persona fisica già iscritta a ruolo ma che non esercita l'attività?

Coloro che alla data del 12 maggio 2012 risultano iscritti a ruolo ma non esercitano l’attività  devono compilare ed inoltrare telematicamente l’apposito modulo (Modello Mediatori – All. A-   sezione “iscrizione apposita sezione transitorio”) all’ufficio del registro delle imprese della Camera di Commercio nel cui circondario hanno la residenza.

Tale adempimento deve essere effettuato entro il 12 maggio 2013 a pena di decadenza dall’iscrizione nell’apposita sezione del REA.

Nel caso in cui la formalità indicata non venga svolta  entro il  termine, la precedente iscrizione nel soppresso ruolo costituisce comunque  titolo per avviare l’attività entro i quattro anni successivi alla data di entrata in vigore del Decreto 26 ottobre 2011 (12 maggio 2012).

+

Se la mia agenzia ha più sedi come mi devo comportare? Cosa devo fare?

Il titolare (se impresa individuale)  o l’amministratore (se società) nel caso in cui l’attività venga esercitata presso più sedi  devono innanzitutto “nominare” un soggetto in possesso dei requisiti per esercitare l’attività di agente immobiliare  per ciascuna unità locale.

La pubblicità di tale “nomina” verso terzi risulta dall’indicazione della nomina stessa nell’apposita sezione del REA.

Deve in ogni caso essere reso disponibile al pubblico  presso ogni unità locale un mansionario contenente le qualifiche ed i ruoli dei soggetti operanti presso l’agenzia; tale mansionario può essere esposto o reso visibile attraverso  strumenti informatici. 

Occorre, infine, precisare che deve essere presentata una SCIA per ogni unità locale (sia in caso di nuova apertura di un’unità locale, sia in caso di “aggiornamento” della propria posizione nella fase transitoria, sia in caso di intervenute modifiche nell’ambito dell’impresa).

+

Cosa devo fare nel caso in cui cessi di collaborare presso un'impresa?
E se in futuro riprendo l'attività?

Nel caso in cui si concluda il rapporto di collaborazione presso un’impresa occorre comunicarlo alla Camera di Commercio presso la quale si è iscritti attraverso l’invio telematico  dell’apposito modulo (Modello Mediatori – All. A-, sezione “iscrizione a regime”) entro 90 giorni, a pena di decadenza,  dall’avvenuta cessazione del rapporto di collaborazione.

Deve dunque essere riconsegnato il tesserino di riconoscimento e verrà cancellata la propria posizione dalla posizione REA dell’impresa.

Qualora in un momento successivo si intenda riprendere l’attività occorre richiedere la cancellazione dall’apposita sezione “a regime” presso la quale si era iscritti e trasmettere telematicamente lo specifico Modello  “Requisiti” compilato.

+

Se intervengono cambiamenti in ordine all'assetto della mia impresa?
Ho l'obbligo di denunciarli alla Camera di Commercio?

Sì, il titolare (se impresa individuale) o l’amministratore (se società) devono compilare e trasmettere l’apposito modulo (Modello “Mediatori” – All. A- ,  sezione “modifiche”).

 Le modifiche riguardanti ulteriori tipologie di attività rispetto a quelle già denunciate in precedenza devono essere comunicate (mediante compilazione ed invio telematico del Modello “Mediatori” – All. A-, sezione “SCIA”).

+

E' ancora possibile svolgere l'attività occasionalmente?

E’ ancora possibile in quanto è previsto dalla Legge professionale (art. 2, commi 1 e 4 della L.n. 39/89) che, come ricordato,  non è stata modificata.

Tuttavia il decreto di attuazione ha regolamentato tale tipologia di attività limitandone lo svolgimento ad un periodo non superiore a 60 giorni nell’arco di un anno.

La data di cessazione dell’attività deve essere indicata (a pena di irricevibilità) nell’apposito modulo che deve essere compilato e  trasmesso (Modello  Mediatori – All. A -, sezione SCIA-Moc)  alla Camera di Commercio nel momento in cui si comunica l’intenzione di intraprendere l’attività in forma occasionale.  

+

E' cambiato qualcosa per quanto riguarda i formulari?
Devono ancora essere depositati presso la Camera di Commercio?

Non è cambiato nulla anche sotto questo profilo, ragion per cui i formulari di cui ci si avvale per lo svolgimento dell’attività devono essere depositati presso la Camera di Commercio.

L’unica modifica intervenuta attiene alle modalità di “deposito” presso la Camera di Commercio in quanto i formulari devono essere esclusivamente trasmessi telematicamente; è, tuttavia, consentito il deposito in formato cartaceo sino al 10 agosto 2012 (ovvero 90 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto di attuazione).

Si precisa, inoltre, che i formulari possono essere trasmessi o contestualmente all’avvio dell’attività e, quindi,  unitamente alla SCIA (mediante l’apposito modulo, Modello Mediatori – All. A- , sezione “Formulari”) o in un momento successivo (sempre mediante compilazione e trasmissione telematica  del Modello Mediatori – All. A- , sezione “Formulari”), purchè antecedente all’utilizzo dei formulari stessi.

+

 

Hai un quesito da porre sul regolamento di attuazione della direttiva servizi?

Se non hai trovato una risposta tra le FAQ, gli esperti Fiaip sono a tua disposizione.

Banco Popolare
Gruppo bancario
BNL
Gruppo BNP Paribas
Gruppo Cariparma
Crèdit Agricole
Gruppo Itas
Assicurazioni
Cercacasa.it
Portale immobiliare
REALTOR
Confedilizia
Confindustria
CEPI
European Association of
Real Estate Professions
eCube
Solution